Auto Test Romahomeaziendaprodottinews e normativecontattimappa del sito
Autotest Srl
 
 
 
SCELTA RAPIDA PRODOTTO
 
 
 
        Per informazioni tecniche e commerciali vi invitiamo a contattarci telefonicamente, via email o direttamente dal sito:
contatti
 
PRODOTTI
NEWS E NORMATIVE
 
 
news

03/09/2005
Consulta la normativa del settore sul nostro sito.

Una raccolta delle normative del settore da consultare liberamente.

 
 
 
 
  glossario
 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

  Misura del rumore

Se il rumore Ŕ costante nel tempo risulta abbastanza agevole una sua valutazione: il suo valore, espresso in dB(A) si mantiene per l'appunto costante per tutto l'arco di tempo della misurazione e risulta evidenziato con un dato numerico fisso sul quadrante dello strumento di misura (fonometro).
Non altrettanto avviene se, come di norma, il rumore Ŕ variabile nel tempo (rumore fluttuante). In questo caso i dati rilevati dal fonometro variano istante per istante, in corrispondenza dei diversi valori istantanei; la lettura sul quadrante dello strumento non risulta agevole e comunque non si ottiene un dato numerico preciso.
Al fine di valutare l'effetto globale di un rumore variabile, in un certo intervallo di tempo, si ricorre al concetto di livello equivalente (Leq), misurato in dB(A).
Il livello equivalente, ritenuto oggi un parametro richiesto dalle normative, Ŕ un ottimo indicatore d rischio e disturbo: esso rappresenta il livello di un ipotetico fenomeno costante della stessa durata ed energeticamente equivalente al fenomeno in esame e che, conseguentemente, determinerebbe gli stessi effetti uditivi.
La determinazione del livello equivalente in una data posizione di lavoro deve essere effettuata con appositi fonometri integratori conformi a specifiche tecniche ben precise.

  Massima pressione operativa

Pressione massima che si pu˛ raggiungere nella peggior combinazione simultanea delle proprietÓ del gas e delle condizioni operative.
Nelle macchine a velocitÓ costante la velocitÓ da considerare Ŕ il 100%, mentre nelle macchine a velocitÓ variabile Ŕ la velocitÓ di blocco.

  Macchine per servizio pesante

Macchine pi¨ grosse, dotate di testa a croce, ma che lavorano a velocitÓ pi¨ elevate del normale.
Tali macchine, se offerte per la velocitÓ inferiori, possono passare per macchine per servizio pesante. Questa classe si pu˛ dire che fu creata per soddisfare le esigenze del campo petrolifero e gassoso, dato che richiedevano macchine compatte, semiportali, ben equilibrate e montate su slitte, che potessero essere facilmente realizzate come gruppo completo e direttamente connesse ad un motore a gas. Il gruppo era costituito dal solito radiatore per la refrigerazione e date le sue alte velocitÓ e conseguente alte temperature, richiedeva molta manutenzione.
Le macchine per servizio pesante sono dotate di testa a croce, con lubrificazione interamente separata e ben controllata, cilindri raffreddati ad acqua e velocitÓ operativa piuttosto bassa. Sono montate in modo fisso su buone fondazioni ed operano a pieno carico per anni con un minimo di manutenzione.




ceccato

Panasonic

kuken

Maire

Nitto

Uruyu

Space

Future Automotive

Protech

Air Martin

zeca
 
©2005 Autotest Srl - info@autotestroma.it                     Una realizzazione 360 Multimedia e design - Web Agency Roma